Monthly Archives

Marzo 2020

Energy, Human Design, To Be Woman

Il condizionamento dell’Ego: voler dimostrare il proprio valore

Essere spinti a voler dimostrare il proprio valore è il condizionamento primario del Centro dell’Ego aperto. Si è continuamente spinti a voler raggiungere obiettivi e a fare riferimento a ciò che si aspettano gli altri da noi per essere di conseguenza considerati meritevoli delle loro attenzioni. Read more

Energy, Oroscopo, To Be Woman

Oroscopo 30 Marzo – 5 Aprile 2020

L’Oroscopo di questa settimana preannuncia l’entrata di Marte in Acquario – 31 Marzo – e di Venere in Gemelli – 4 Aprile. È tempo di grandi cambiamenti!
Pertanto perdono un po’ di energia i segni di Terra, mentre continuano a rimanere a galla quelli di Fuoco. I segni d’Acqua rimangono stabili grazie a Mercurio e Nettuno nel segno, mentre quelli d’Aria prendono il volo!
E tu di che segno sei? Verifica con l’Oroscopo Smazing come si muovono le energie questa settimana;)Read more

Lifestyle, myLIFESTYLE, To Be Woman

Indice glicemico e carico glicemico

Si presta sempre più attenzione all’indice glicemico degli alimenti, e spesso si tralascia il carico glicemico. Tuttavia entrambi hanno a che fare con l’assorbimento degli zuccheri nel sangue e il rilascio di insulina: anche se hanno “parametri di misura” diversi, sono strettamente connessi tra loro.   Indice e carico glicemico: quali sono le differenze? Potremmo semplicisticamente considerarli come indicatori di qualità e quantità.     L’Indice glicemico (IG) infatti rappresenta la “qualità” di un alimento: è la capacità di modificare la concentrazione di glucosio dopo un pasto. Chiaro che minore è l’indice glicemico di un alimento, minore è la sua capacità di aumentare i livelli di glucosio nel sangue.   I valori dell’indice glicemico vengono calcolati in riferimento al glucosio, al quale viene assegnato un indice di riferimento IG uguale a 100.Si suddividono in alimenti: a basso IG (IG55) a medio IG (IG tra 56 e 69) ad alto IG…

CLICCA QUI

per continuare la lettura di questo articolo, abbonarti e accedere a tantissimi altri contenuti esclusivi! 
Sappiamo che tu vali e meriti solo il meglio.
Da qui la nostra scelta di dare un valore anche ai contenuti che ti offriamo.


Contribuisci a rendere Smazing sempre migliore, a meno di un caffè al mese.
Cosa aspetti?

oppure
accedi con le tue credenziali

Fitness, To Be In Shape

Burpees

Oggi voglio parlarvi di un esercizio completo che adoro: il Burpees.
Il burpees è un esercizio funzionale a corpo libero che richiede un impegno cardio respiratorio notevole e interessa glutei, gambe, polpacci, braccia, pettorali, schiena, spalle e core. Insomma, un esercizio davvero completo per ritornare in forma in poco tempo!

A cosa è utile

  • Coordinazione
  • Agilità
  • Velocità
  • Resistenza
  • Consumo calorico
 
Un principiante ovviamente deve limitarsi a poche e lente esecuzioni per l’apprendimento corretto della tecnica. Poi, man mano che si è proesa confidenza con l’esercizio, è opportuno ripeterlo aumentando anche il ritmo – e quindi la frequenza cardiaca e respiratoria. Cos’ facendo incrementiamo resistenza e consumo di grassi.
L’importante e’ mantenere un movimento fluido e controllato.
 
 
Ottimo con il protocollo Tabata.
 

Come si esegue 

  1. Da posizione eretta eseguo un’accosciata a terra rispettando le regole dello squat, appoggio le mani spostando leggermente il baricentro verso avanti
  2. Stendo le gambe indietro mantenendole in linea con il tronco
  3. Torno in avanti rapidamente in posizione di squat
  4. Torno alla posizione eretta iniziale
 
Io preferisco farlo con una piccola variante al 4 punto – un balzo pliometrico con il bacino in massima estensione e il battito di mani prima del ritorno alla posizione eretta.
 
Provate prima l’esecuzione classica e poi quella con il salto e una volta imparata bene l’esecuzione perchè no, in abbinata al protocollo Tabata
Ovvero, 20 sec di esercizio, poi 10 di pausa. Il tutto ripetuto per 8 volte – eper un totale di 4 minuti.
 
Fatica e risultati assicurati!
 
A presto con un circuito total body da fare in questi giorni con tutti gli esercizi che vi ho mostrato fino ad’ ora!
 
 
Energy, Oroscopo, To Be Woman

Buon Compleanno Ariete

Buon Compleanno Ariete! Il Sole entra nella tua costellazione il 20 marzo e vi rimane fino al 20 aprile, pertanto aprile è il tuo mese. Sole, Venere, Marte e Mercurio sono in aspetto favorevole al tuo segno e si prospetta un periodo abbastanza positivo.Read more

Lifestyle, myLIFESTYLE, To Be Woman

Sensibilità al glutine: come quando e perché

Il glutine è composto da gliadine e glutenine. Ed è una proteina presente letteralmente ovunque. Largamente utilizzato in tutti i prodotti industriali per le sue proprietà “addensanti”, ha caratteristiche “collose” che rendono inefficace l’assorbimento e la scomposizione dei nutrienti.E questo in tutti, nessuno escluso. Poi, se ce la vogliamo raccontare, è un’altra storia… Gluten sensibility Il glutine ha ripercussioni negative su tutti. E questo vale proprio per tutti “tutti”, non solo per chi è celiaco o soffre di gluten sensibility – disturbo che ci si porta appresso per tutta la vita, con problematiche non solo a livello intestinale, ma anche di cute e membrane. Il glutine smantella le giunture strette dell’intestino facendo passare oltre la barriera sostanza tossiche: è così che si attiva il sistema immunitario e si scatenano le malattie autoimmuni.E la sensibilità al glutine deriva proprio da una risposta del sistema immunitario. Quindi chi soffre di celiachia o…

CLICCA QUI

per continuare la lettura di questo articolo, abbonarti e accedere a tantissimi altri contenuti esclusivi! 
Sappiamo che tu vali e meriti solo il meglio.
Da qui la nostra scelta di dare un valore anche ai contenuti che ti offriamo.


Contribuisci a rendere Smazing sempre migliore, a meno di un caffè al mese.
Cosa aspetti?

oppure
accedi con le tue credenziali

Energy, Luna, To Be Woman

Opinioni: Luna Nuova del 24 Marzo 2020

Esprimere le opinioni è il simbolo della Luna Nuova del 24 Marzo 2020. Le opinioni necessitano di avere un fondamento logico per resistere all’esame e alla critica.

Cosa sono i cicli lunari?

Ogni mese la Luna passa attraverso le 12 costellazioni dello Zodiaco mentre il Sole in un mese occupa una sola costellazione.
Pertanto la relazione di questi due elementi, il Sole e la Luna, fa sì che ogni mese si compia un Ciclo della Luna composto dai quattro Quarti: Luna nuovaLuna Crescente, Luna Piena e Luna Calante.
Di conseguenza ogni momento del Ciclo della Luna ha un simbolo, determinato dal grado della Luna, attraverso il quale possiamo meditare per trovare un significato.
Ecco perché ognuno di questi simboli ci aiuta ad approfondire il nostro cammino personale – ma anche quello collettivo.

È un momento di raccoglimento per poter meditare, per contattare la nostra interiorità e anche per ricevere messaggi che ci possono aiutare nella nostra vita.

È un momento importante per sperimentare qualcosa di nuovo nella nostra vita prendendo spunto proprio dal simbolo che la rappresenta

LUNA NUOVA                  24-3-2020

GMT     H   9:29

SOLE – LUNA  4.12° ARIETE

SIMBOLO: OPINIONI

Le opinioni hanno bisogno di avere un valido fondamento logico per resistere all’esame e alla critica. Le opinioni sono come la sfera di cristallo: la fissazione visuale su un modello del passato e la sua proiezione nel futuro.
La possibilità di sostenere uno spettro di ampi stimoli porta ad avere  molte opinioni.

Breve istruzione per una meditazione

Accendi una candela, metti una musica rilassante con – possibilmente – il rumore dell’acqua.
Quindi leggi la simbologia da meditare riguardante la Luna del momento.
Siediti comodo e rilassati, chiudi gli occhi e respira profondamente più volte ascoltando il ritmo del respiro.

Inspira ed espira: immagina un lago calmo e azzurro e osserva la calma dell’acqua che lo riempie, e riempiti di quella calma.

Lascia affiorare la tua interiorità e ciò che arriva senza condizionare con il pensiero le immagini, i suoni, i colori che emergeranno.
Quando finisce la musica riapri gli occhi dandoti qualche minuto per rientrare in contatto con la realtà e scrivere in un quaderno ciò che hai visto, sentito o odorato. Rileggi nei giorni successivi ciò che hai scritto e medita ogni giorno fino al prossimo ciclo di Luna.

 

Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Risotto al limone

Il risotto al limone è un piatto semplice, gustoso e ricco di proprietà. Questa ricetta unisce due caratteristiche: è “comfort” e fresca allo stesso tempo. Facile, veloce e adatta a tutta la famiglia. È opportuno usare limoni non trattati perché la buccia deve essere “edibile”, ovvero commestibile. 

Ingredienti per 4 persone

240gr Riso Carnaroli 
1 Limone non trattato 
1 Scalogno 
mezzo litro Brodo vegetale  
20gr Burro o Ghee 
circa 25gr Parmigiano Reggiano 
Olio evo qb
Sale e pepe qb


 

Procedimento

In una padella abbastanza larga fai sciogliere un pò di ghee e olio: quando sono abbastanza caldi aggiungi lo scalogno tritato finemente e fallo appassire.
Aggiungi il riso e fallo tostare fino a quando non risulta brillante. Regola di sale e pepe e aggiungi un po’ di brodo caldo.
Nel frattempo lava il limone e grattugia la buccia, poi spremi il succo.
A metà cottura aggiungi il succo di limone e altro brodo fino a cottura ultimata.
Deve essere “all’onda”: né troppo brodoso né troppo asciutto.
Il riso cuoce in circa 16/18 minuti.

Spegni il fuoco e aggiungi: scorze del limone, burro ghee e Parmigiano. Manteca per 2 minuti.
A piacere puoi spolverare con prezzemolo e menta tritati per dare un tocco ancora più fresco al tuo piatto;)

Buon Appetito!

 

 

 

 

Energy, Oroscopo, To Be Woman

Oroscopo 23 – 29 marzo 2020

In questo periodo particolare della vita di tutti noi c’è un’importante configurazione astrale che segna un tempo epocale.
Dal 22 Marzo infatti Saturno è entrato nel segno dell‘Acquario e quindi forma una stretta quadratura con Urano, domiciliato in Toro.
Saturno è il maestro severo dello Zodiaco: rappresenta l’autorità costituita. Il passato, la responsabilità, la disciplina, la saggezza e il tempo cronologico – “Cronos” in greco.
Urano invece rappresenta il nuovo, l’originalità, l’invenzione, la tecnologia d’avanguardia, il futuro collettivo, la libertà e la creatività. Saturno/Urano, e quindi passato/futuro, sono ora in rotta di collisione e portano pertanto ripercussioni forti in tutti i segni dello Zodiaco. 
Il messaggio del cielo è tuttavia chiaro: “è necessario cambiare”!
E tu di che segno sei? scopri come affrontare con lo spirito giusto questo delicato momento con l‘Oroscopo Smazing;)Read more

Psicologia per tutti, Psicology, To Be Good

Covid_19: cosa possiamo fare per affrontare queste settimane al meglio

Eccomi qui. Spero anche oggi, e a maggior ragione oggi, di scrivere con umiltà, competenza e responsabilità, per proporre qualche riflessione e spunto pratico per affrontare con una certa serenità e maturità queste settimane di paure, limiti, incertezze, dolore. 
Non entro nel merito del virus, degli aspetti sanitari, politici, economici, ovviamente, ma come sempre in merito a ciò che possiamo fare e che può dipendere da noi.

Cosa possiamo continuare a fare

Nonostante molti limiti e restrizioni possiamo continuare a fare una serie di cose anche in questo tempo così diverso e anomalo. Mantenere le nostre abitudini, ritmi, ritualità ci aiuta ad avere sia un senso di continuità sia un senso di controllo, vissuti importanti per darci sicurezza e stabilità. Cerchiamo quindi di mantenere dove possiamo la nostra routine, magari modificando tempo, modo o strumenti necessari a questo.

Andavamo in palestra?
Cerchiamo di fare attività fisica ed esercizi a casa, in giardino, facendo quello che abbiamo imparato nei nostri corsi, usando le varie app e i tanti video che possiamo recuperare in merito.

Andavamo a bere il caffè dai nostri genitori?
Cerchiamo di sentirli, meglio se con videochiamate e collegamenti video, magari gustandoci un caffe “insieme” da remoto.

Andavamo dall’estetista?
Per come e quanto possibile continuiamo a prenderci cura del nostro corpo anche in questo modo, con un po’ di fai da te guidato (vedi tutorial) o creativo (attenti a non fare danni, però!).

Ci piace leggere, cucinare, guardare la nostra serie TV preferita, pregare, coltivare fiori, studiare, giocare con il nostro cane?
Possiamo continuare a farlo, non tutto ha – perortuna! – dei limiti…

 

Cosa possiamo fare di più/diverso/nuovo?

Se non possiamo più fare certe cose, o le possiamo fare meno, significa anche che abbiamo più tempo a disposizione per…
Ovvero possiamo:

  1. sia fare per più tempo o più spesso o con più calma le cose che facevamo anche prima ma sempre magari un po’ di fretta
  2. sia fare cose diverse, che magari abbiamo posticipato da tempo o non avevamo mai preso in considerazione… Ad esempio possiamo dedicarci ad iniziare nuove cose – ognuno di noi ha ben presente quante volte ha pensato “se avessi tempo farei….” – che ci possono impegnare, dare un senso di potere e controllo, far sentire capaci, dare soddisfazione. Importante è cercare di “integrare” e coltivare questi vissuti (impegno, potere e controllo, efficacia, soddisfazione e piacere), che sono messi a dura prova in questo tempo. Se siamo in casa con i nostri famigliari, ad esempio, questo è un tempo probabilmente in cui si può stare molto più insieme del solito: cosa non sempre e non del tutto automatica o positiva, forse, ma che possiamo vivere come opportunità e occasione, non solo come obbligo e costrizione.

Come ogni cosa, come ogni crisi: è indubbiamente vero che ha un lato della medaglia negativo, doloroso, preoccupante e frustrante, ma è altrettanto vero che come ogni moneta ha almeno un altro lato meno negativo… cerchiamo di giocarcela al meglio! Cerchiamo per quanto possibile di scegliere noi il lato della moneta da tenere in mano a faccia in su! Ad esempio, se è vero che abbiamo bisogno di socialità e possiamo cercare anche in questo tempo di mantenerla (vedi telefonate, videochiamate, messaggi, email, lettere, ad esempio, e dedicarci in modo particolare alle relazioni con quanti sono in casa con noi) possiamo anche riscoprire il silenzio, la solitudine, l’ascolto di noi stessi


Cosa non possiamo fare

Ahimè, moltissime cose ci sono precluse in questo tempo, per impossibilità oggettiva o per dovuta responsabilità e sicurezza. E qui serve davvero lavorare sulla nostra capacità di tollerare la frustrazione, di gestire l’ansia, di accettare. Il dolore e la sofferenza fanno parte della vita, non possiamo toglierle: possiamo solo provare a contenerle e a non aggiungerne di “non necessarie”. Questo per avere energia e strumenti per quelle che sono inevitabili…

Come recita la bellissima preghiera della serenità: “Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscerne la differenza”.

Alcune cose che ci possono aiutare

  1.  stare focalizzati sui motivi e gli scopi dei limiti che viviamo e dei divieti a cui siamo soggetti – quanto più concentriamo lo sguardo sulla meta tanto più la durezza del cammino ha significato e viene meglio sopportata e affrontata con metodo, pazienza e grinta
  2. se siamo persone che tendono a pensare al futuro in termini pessimistici o catastrofici cercare di stare sul presente e non andare oltremodo a pensare al futuro – non sappiamo bene cosa succederà, si naviga a vista, non conviene prendere per vero ciò che può essere un’ipotesi negativa
  3. se siamo persone sufficientemente obiettive e fiduciose e crediamo che non durerà per sempre e non finirà tutto male cercare di stare sul presente e pensare al futuro – avere un senso di fine della fatica e della paura aiuta a sopportarla meglio, a dosare le forze e prendere un ritmo utile
  4. pensare ad altre situazioni “simili” in cui siamo riusciti ad affrontare e superare paure, difficoltà, limitazioni – serve a ricordarci che siamo già stati capaci e in grado, che ce l’abbiamo fatta altre volte, che siamo già riusciti a sopportare e far fronte a sfide difficili e problemi
  5. cercare di “relativizzare” preoccupazioni e problemi, poiché a qualcuno è di aiuto confrontare le pene e sofferenze che sta vivendo con altre ancora maggiori possibili – può sembrare assurdo o banale ma se vediamo che “potrebbe andare anche peggio”, che “c’è chi sta peggio di noi” la nostra situazione può risultare più affrontabile e sostenibile;
  6. focalizzarci sui due aspetti visti in precedenza, ovvero su cosa, nonostante tutto, possiamo fare ancora o di nuovo – come nell’ultimo articolo pubblicato, sull’ACT, ci è molto di aiuto focalizzarci non tanto sul dolore e ciò che non possiamo, quanto sulle scelte e ciò che possiamo e ci dà senso, valore, piacere, potere
  7. non combattere contro l’inevitabile e l’impossibile – cerchiamo di fare le battaglie “giuste” e scegliamoci un nemico “alla nostra portata”, non ingaggiamo una guerra contro chi/cosa non possiamo contrastare/modificare, ci faremo male per nulla
  8. non tutto ciò che non possiamo fare per forza ci manca, è un’assenza dolorosa, ne avremmo bisogno – cerchiamo quindi di discriminare cosa veramente ci manca e ci addolora, cosa invece, anche se ora non possiamo più accedervi, non è una priorità, una cosa importante per noi, forse nemmeno una cosa necessaria o utile

Come sempre, provate a usare qualche spunto, spero vi possa essere di aiuto! Nel prossimo articolo affronteremo gli aspetti della gestione della paura, dello stress e della malattia, del lutto.

Un carissimo saluto a tutti, vi lascio con una poesia di Kitty O’Meary 

E la gente rimase a casa
E lesse libri e ascoltò
E si riposò e fece esercizi
E imparò nuovi modi di essere
E si fermò
E ascoltò più in profondità
Qualcuno meditava
Qualcuno pregava
Qualcuno ballava
Qualcuno incontrò la propria ombra
E la gente cominciò a pensare in modo differente
E la gente guarì.
E nell’assenza di gente che viveva in modi ignoranti
Pericolosi
Senza senso e senza cuore, anche la terra cominciò a guarire
E quando il pericolo finì
E la gente si ritrovò
Si addolorarono per i morti
E fecero nuove scelte
E sognarono nuove visioni
E crearono nuovi modi di vivere
E guarirono completamente la terra
Così come erano guariti loro”.

 

A questo link la “Guida anti stress” dall’Ordine degli psicologi per affrontare al meglio questo periodo di stop forzato.
file:///Users/monique/Downloads/Guida-anti-stress-per-i-cittadini-in-casa.pdf.pdf

Close