Category

Food Therapy

Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Tartare di salmone su letto di riso basmati alla curcuma

Ecco una ricetta d’Autore, a cura di Nadia Giani: semplice, veloce e gustosissima! Gli ingredienti selezionati sono sbilanciati sui grassi buoni – salmone rosso selvaggio – funzionali ad un corretto sviluppo e mantenimento delle facoltà mentali
E per una super salute 😉

 

***Questa ricetta la trovi anche all’interno del manuale “Mangia Ascolta Amati” di Monica Montanaro – disponibile come PDF interattivo al link https://sellky.com/a/cpo – e rientra nei consigli alimentari della 3 fase del protocollo***

 

Ingredienti per 4 persone

  • 250 gr di Riso Basmati
  • 350 gr salmone selvaggio
  • 2 lime
  • 40 gr di noci Brasiliane
  • 2 cucchiai di curcuma
  • 2 anici stellati
  • sale e pepe qb

 

Procedimento

Per il riso:

  1. Lavare sotto acqua corrente il riso fino a quando l’acqua non risulta perfettamente limpida
  2. Mettere a cuocere il riso con una quantità di acqua 2 volte superiore al volume del riso stesso
  3. Aggiungere un pochino di sale grosso e i 2 anici stellati
  4. Far cuocere a fuoco medio fino a quando tutta l’acqua non si è assorbita
  5. Aggiungere i 2 cucchiai di curcuma, mescolare e far raffreddare coprendo la pentola con un coperchio

Per il salmone:

Importante!

Se il salmone non è stato precedentemente abbattuto – chiedete al vostro pescivendolo, o leggete attentamente l’etichetta – dovete farlo voi o prima di consumarlo, per poi farlo scongelare al momento dell’utilizzo.

  1. Ridurre a questo punto il vostro salmone a cubetti piccoli
  2. Mettere in una ciotola e spremere sopra il succo dei due lime
  3. Aggiustare di sale e pepe e mescolare
  4. Tritare al coltello le noci brasiliane

 

Impiattamento d’Autore

Per l’impiattamento utilizzare un coppa-pasta seguendo quest’ordine:

  • Primo strato: di 1,5 cm di riso alla curcuma
  • Secondo strato: salmone
  • Terzo strato: spolverare sopra il trito di noci e a piacere una fogliolina di menta o finocchietto selvatico
Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Petto di tacchino su un letto di zucca con abbraccio di radicchio

Ecco una ricetta d’Autore, a cura di Nadia Giani: semplice, veloce e gustosissima! Gli ingredienti selezionati sono ben bilanciati per un pasto gustoso, ma allo stesso tempo sano e ricco di nutrienti!
… Per una super salute 😉

 

***Questa ricetta la trovi anche all’interno del manuale “Mangia Ascolta Amati” di Monica Montanaro – disponibile come PDF interattivo al link https://sellky.com/a/cpo – e rientra nei consigli alimentari della 1 fase del protocollo***

 

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr di petto di tacchino
  • 1 cespo di radicchio trevigiano
  • 350 gr di zucca
  • 15 mandorle sgusciate e pelate
  • 2 cucchiai di di ghee
  • Paprika affumicata qb
  • Curcuma qb
  • Timo qb
  • Sale e pepe qb
  • Olio evo qb

 

Procedimento

  1. Accendere il forno a 180°
  2. Pulire la zucca e tagliarla a dadini
  3. Mettere la zucca in forno su una teglia ricoperta di carta forno e spolverare il tutto con un pizzico di sale e timo
  4. Far cuocere per circa 6/7 minuti
  5. Sfornare e spolverare di curcuma
  6. Tagliate a dadini il petto di tacchino
  7. Mondare il radicchio e dividerlo in 4 parti
  8. Far scaldare una griglia o una padella antiaderente
  9. Spennellare i 4 pezzi di radicchio con olio evo e far grigliare fino a quando non sono cotti
  10. Far saltare in una padella con due cucchiai di ghee il tacchino e aggiustare di sale e pepe. Dopo circa 7 minuti dovrebbe essere cotto e dorato
  11. Aggiungere una spolverata di paprica affumicata, mescolare e lasciar riposare
  12. Tagliare a lamelle le mandorle


Impiattamento d’Autore

Sui bordi interni del coppa pasta posizionare le foglie di radicchio in modo che formino “l’abbraccio” e disporre a strati gli altri ingredienti:

  • Primo strato: Zucca
  • Secondo strato: tacchino
  • Terzo strato: mandorle a lamelle
Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Pollo al lime e zenzero

Ecco una ricetta facile, veloce, leggera… e ricca di gusto!
Mangiare sano è importante, mai come in questo momento. Ora, oltre alla qualità è opportuno fare attenzione anche alle quantità perché ci muoviamo meno.

Quindi ecco una ricetta a base di pollo pronta in 10 minuti , previa marinatura di 1 ora. Mentre il pollo riposa potete preparare un contorno: io consiglio batate a forno.

Ingredienti per 4 Persone

  • 350gr di petto di pollo
  • 2 lime
  • 1 radice di zenzero
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio raso di ghee o olio evo
  • sale e pepe rosa in grani qb
  • 1 cucchiaio raso di farina – opzionabile!
  • 1 manciata di prezzemolo o coriandolo ( io preferisco coriandolo)


Procedimento

Tagliare il petto di pollo a cubi e riporlo in una ciotola. Spremere nella ciotola i due lime, aggiungere lo zenzero pelato e tagliato a fettine sottili e i grani di pepe rosa.
Lasciare marinare in frigo coperto da pellicola per un’ora.

Marinatura

Scolare il pollo dalla marinatura, asciugarlo con carta da cucina – lasciando la marinatura da parte.

Cospargere i bocconcini di pollo di farina.

In una padella far rosolare il ghee – o l’olio evo – e aggiungere i bocconcini di pollo facendoli cuocere a fuoco vivace per circa 7/8 minuti.

Ora aggiungere la marinatura, regolare di sale e far cuocere a fuoco medio per altri 7/8 minuti.
Se necessario aggiungere un pò di acqua.

E per finire… impiattare e cospargere con il trito di prezzemolo o coriandolo.

Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Crema di cacao e Ghee

Ecco una ricetta davvero sfiziosa tuttavia super sana! La crema di cacao e Ghee è un prodotto venduto in America ma difficilmente reperibile in Italia.
Tuttavia è molto semplice da preparare in completa autonomia a casa. È necessario munirsi di Ghee – possibilmente grass fed – cacao puro, pasta di cacao al 100%, e perché no, degli avanzi delle uova di Pasqua, purché siano di cioccolato fondente almeno all’85%!

Ingredienti

  • 200 gr di Ghee – possibilmente grass fed, ovvero da animali allevati esclusivamente ad erba e fieno!
  • 100 gr di Pasta di cacao 100% – ottima quella Ecor, reperibile nei supermercati biologici
  • 100 gr di avanzi di cioccolato fondente almeno 85% delle uova di Pasqua
  • 80 gr di cacao amaro biologico 

 

Procedimento

È davvero di una semplicità spiazzante!
In una pentola a fuoco medio lento unisci Ghee, pasta di cacao, avanzi delle uova di Pasqua e cacao amaro biologico.

Sciogli il tutto mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno.

Una volta sciolto e amalgamato alla perfezione il tutto, riponi in un vasetto e lascia riposare per almeno mezz’ora senza coperchio in un luogo all’ombra, lontano da fonti di calore e/o luce.

Dopodiché riponi il vasetto con relativo coperchio in frigo per almeno un paio d’ore.

Togli dal frigo: et voilà!
La tua crema spalmabile super sfiziosa e super sana è pronta!
Da conservare fuori dal frigo lontano da fonti di luce e calore.

Ora puoi usarla come meglio credi;)

Spunti in cucina

È ottima anche per colazione: un cucchiaino nel caffè ti dà lo sprint giusto per iniziare la giornata perché ti fornisce grassi buoni di altissima qualità… con gusto!

È strepitosa durante l’arco della giornata come spezzafame: essendo completamente realizzata con grassi buoni d’alta qualità, aiuta a tenere lontani i morsi della fame e assicura più sazietà a lungo.
Ebbene sì: la magia dei grassi😉

 

Se la ricetta ti è piaciuta, sostienici con un piccolo contributo e abbonati per 12 mesi a Smazing! L’abbonamento è valido 12 mesi dalla data di attivazione, e avrai accesso anche a tutti i contenuti a pagamento;)

Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Risotto al limone

Il risotto al limone è un piatto semplice, gustoso e ricco di proprietà. Questa ricetta unisce due caratteristiche: è “comfort” e fresca allo stesso tempo. Facile, veloce e adatta a tutta la famiglia. È opportuno usare limoni non trattati perché la buccia deve essere “edibile”, ovvero commestibile. 

Ingredienti per 4 persone

240gr Riso Carnaroli 
1 Limone non trattato 
1 Scalogno 
mezzo litro Brodo vegetale  
20gr Burro o Ghee 
circa 25gr Parmigiano Reggiano 
Olio evo qb
Sale e pepe qb


 

Procedimento

In una padella abbastanza larga fai sciogliere un pò di ghee e olio: quando sono abbastanza caldi aggiungi lo scalogno tritato finemente e fallo appassire.
Aggiungi il riso e fallo tostare fino a quando non risulta brillante. Regola di sale e pepe e aggiungi un po’ di brodo caldo.
Nel frattempo lava il limone e grattugia la buccia, poi spremi il succo.
A metà cottura aggiungi il succo di limone e altro brodo fino a cottura ultimata.
Deve essere “all’onda”: né troppo brodoso né troppo asciutto.
Il riso cuoce in circa 16/18 minuti.

Spegni il fuoco e aggiungi: scorze del limone, burro ghee e Parmigiano. Manteca per 2 minuti.
A piacere puoi spolverare con prezzemolo e menta tritati per dare un tocco ancora più fresco al tuo piatto;)

Buon Appetito!

 

 

 

 

Alimentazione e Salute, Food Therapy, To Be Good

Fai il pieno di Vitamina C con gli agrumi!

Per supportare correttamente il sistema immunitario gli agrumi sono fondamentali: tutti sappaimo che sono ricchi in vitamina C, tuttavia altre caratteristiche li rendono essenziali e così importanti. Sono infatti fonte di  vitamina PP – niacina – vitamina A e del gruppo B.
Contengono molta acqua e acido citrico, e hanno davvero pochissime calorie e un bassissimo indice glicemico. Questo li rende perfetti anche per chi ha problemi di diabete o insulino resistenza.

Della famiglia degli agrumi fanno parte: limoni, pompelmi, arancie, mandarini e mandaranci, bergamotto e cedro. Qui ne abbiamo scelti due: limone e pompelmo. 

E viste tutte queste fantastiche proprietà… con un po’ di fantasia in cucina possiamo inserirli anche al di fuori dei canonici snack!
Ecco qualche spunto;)

 

Limone

Più che un alimento, può essere considerato un vero e proprio rimedio naturale: ricco di sali minerali e oligoelementi. ha grandi quantità di vitamine B1, B2 e B3, carotene, vitamina A, e naturalmente vitamina C.

Ha proprietà battericide, antisettiche e antitossiche: ha il potere di essere un forte alcalinizzante, e questo lo rende un alimento davvero unico e irrinunciabile.

Favorisce la digestione ed è un valido supporto per il fegato.
Ricco di potassio, svolge un ruolo determinante nell’omeostasi dell’organismo regolandone il battito cardiaco e contrastando l’azione del sodio – e riducendo così la pressione arteriosa.

Abbassa i livelli di colesterolo e contrasta la formazione di calcoli. favorendone l’eliminazione qualora fossero presenti.

Pulisce in profondità la pelle, tant’è che può essere ustilizzato – con le dovute accortezze – anche come tonico astringente.

Spunti in cucina

Possiamo utilizzarlo in abbinata al rosmarino per una tisana dal potere altamente detossinante e diuretico: da bere durante la giornata a piacere.

 

Pompelmo

Il pompelmo protegge lo stomaco, depura il fegato, aiuta il corpo a smaltire grassi e tossine, a digerire meglio le proteine e abbassa il colesterolo. Anche questo agrume è ricco di fibre, flavonoidi, Vitamine A, B, C e pectine.

Non mancano i sali minerali – tra cui potassio e magnesio, fosforo, calcio – e l’elevata concentrazione di vitamina C aiuta a sostenere in maniera forte il sistema immunitario.
Presenti anche vitamina A e vitamine del gruppo B, mentre tra i flavonodi, il più abbondante presente nel pompelmo è la naringenina, che ha effetto bioattivo sulla salute con attività antiossidante e antitumorale.

Potente drenante, ha una forte azione bruciagrassi, e questo lo rende amato da moltissime donne;)

Aiuta a combattere le infezioni polmonari e sembra favorire anche il sonno. Questo essendo un’ottima fonte di triptofano, che va ad aiutare quando ci sono problemi di insonnia. 

In caso di diabete,  contribuisce ad evitare picchi glicemici.

Attenzione solo all’interazione con alcuni farmaci come statine, chemioterapici e antibiotici! … Per il resto, via libera a questo strepitoso agrume dal gusto agrodolce inimitabile;)

Spunti in cucina

Possiamo provare a sperimentare il gusto “agrodolce” del pompelmo ad esempio in abbinata ad un risotto… per stupire i palati più esigenti;)

Food Therapy, Spunti in Cucina, To Be Good

Burro chiarificato o ghee: ecco come si prepara il “nuovo” super food

Il burro chiarificato o detto all’indiana “Ghee”, è entrato prepotentemente fra i nuovi super food, anche se in realtà è presente da secoli nella alimentazione ayurveda. Il burro chiarificato è un ottimo alleato in cucina per le cotture di verdure, pesce e carne.Read more

Alimentazione e Salute, Food Therapy, To Be Good

Carb craving: come liberarsi dalla dipendenza da zuccheri!

Cosa differenzia una persona sana e libera da una dipendente da zuccheri e cibo spazzatura? Forse non ti sei mai posto il problema, ma è reale, e quella da zuccheri è una vera e propria dipendenza – al pari di nicotina, alcool, cocaina ed eroina. Read moreMonica Montanaro Biohacking CoachFounder & Creative Director Healthy Lifestyle | Biohacking Coach www.biohackingcoach.it Read MoreMoniqueCloseMonica Montanaro - Founder & Creative Director Fashion Designer, appassionata d'arte e affamata di vita ed emozioni vere. Docente di fashion design e consulente free lance nel settore lusso. Ma soprattutto mamma moderna e compagna di vita esuberante, ma dolce e determinata. Curiosa e cocciuta. Scontrarmi dopo i 35 anni con una patologia autoimmune è stata una grande opportunità per cambiare stile e abitudini di vita, e abbracciare tutto quello che porta a vero benessere, partendo dall'alimentazione. Da qui la voglia di rimettermi in gioco, iniziare a studiare di nuovo,…

CLICCA QUI

per continuare la lettura di questo articolo, abbonarti e accedere a tantissimi altri contenuti esclusivi! 
Sappiamo che tu vali e meriti solo il meglio.
Da qui la nostra scelta di dare un valore anche ai contenuti che ti offriamo.


Contribuisci a rendere Smazing sempre migliore, a meno di un caffè al mese.
Cosa aspetti?

oppure
accedi con le tue credenziali

Alimentazione e Salute, Food Therapy, To Be Good

Fai il pieno di antiossidanti con le bacche di Aronia!

Simile al mirtillo per aspetto e colore, l’Aronia è una pianta arbustiva originaria del Nord-America e le sue bacche sono ricchissime di antociani, pigmenti antiossidanti che contrastano la formazione dei radicali liberi. Protegge quindi dallo stress ossidativo, e si rivela utile nel migliorare le condizioni dell’organismo quando il sistema immunitario è in difficoltà – a causa di una malattia o con l’avanzare dell’età.Read moreMonica Montanaro Biohacking CoachFounder & Creative Director Healthy Lifestyle | Biohacking Coach www.biohackingcoach.it Read MoreMoniqueCloseMonica Montanaro - Founder & Creative Director Fashion Designer, appassionata d'arte e affamata di vita ed emozioni vere. Docente di fashion design e consulente free lance nel settore lusso. Ma soprattutto mamma moderna e compagna di vita esuberante, ma dolce e determinata. Curiosa e cocciuta. Scontrarmi dopo i 35 anni con una patologia autoimmune è stata una grande opportunità per cambiare stile e abitudini di vita, e abbracciare tutto quello che porta a vero benessere, partendo dall'alimentazione.…

CLICCA QUI

per continuare la lettura di questo articolo, abbonarti e accedere a tantissimi altri contenuti esclusivi! 
Sappiamo che tu vali e meriti solo il meglio.
Da qui la nostra scelta di dare un valore anche ai contenuti che ti offriamo.


Contribuisci a rendere Smazing sempre migliore, a meno di un caffè al mese.
Cosa aspetti?

oppure
accedi con le tue credenziali

Alimentazione e Salute, Food Therapy, To Be Good

Carne Grass Fed: cos’è e perché è importante sceglierla

Grass fed significa letteralmente “nutrito a erba” – e fieno. Quando si parla di allevamento grass fed, si intende un sistema di crescita che permette ai bovini di restare al pascolo per l’intero ciclo di vita. Inutile dire che i benefici di questa carne sono molteplici: curiosi?Read more

Close