Jacqueline Kennedy ci piace perché è un’icona di stile dannatamente umana.
Jackie l’innarivabile.
Ossessionata dall’haute couture francese. Sempre perfetta. Forse troppo.

Tanto a suo agio nei tubini Chanel, quanto selvaggia nella vita post Kennedy.

Una Jackie che non ti aspetti: dietro a tanto rigore, troppa incertezzae fragilità.

E soprattutto freddezza.
Riguardando il filmato dell’uccisione di Jhon, il particolare che più mi sorprende è che lei, non appena viene sparato il colpo fatale al marito, anzichè cercar di capire e stringere tra le braccia l’amato, fa di tutto per saltar fuori dalla macchina presidenziale.

Questo fa pensare…a quanto fosse una donna tanto forte, quanto fragile.
Forse bella proprio perchè non perfetta come voleva far credere
Dannatamente umana.

Per elaborare il lutto, molti amanti e troppo alcool.
E la frequentazione dei night più esclusivi di Manatthan. 
Ecco… questa è proprio la Jackie che non ti aspetti, fatta di carne e debolezze. Quella più “reale” e vera.

Monique

Jk: madre presente e innamorata 

Foto in bianco e nero che sanno di amore e poesia.

La figlia racconta di una madre innamorata della sua famiglia,presente, gioiosa e divertente.
Amore e affetto si fondono in ogni suo gesto, nello sguardo tenero ma consapevole di chi vede attraverso, quello vissuto di chi ha travagliato oltre i travagli per costruire il suo nido.

5 figli, Jacqueline.
Voluti, desiderati, amati.
Un cammino sfortunato, arduo, difficile.
3 figli persi ancor prima di iniziarli alla vita. Un aborto, Arabella e Patrick. 
Caroline e John, nati da gravidanze non semplici e parti poco sereni. 
L’ultimo genito, Patrick, visse a stento due giorni. Jacqueline lontana da lui, ricoverata in un altro ospedale, il marito vicino al piccolo.

Fu una grande tragedia per la loro famiglia, che cambiò probabilmente il destino del loro matrimonio.
Nel dolore si unirono, si amarono, si cercarono.

Le disattenzioni in cui il presidente spesso inciampava furono colmate da affetto e delicatezze che fecero del loro dolore, una forza.
Un sogno non facile per lei quello di diventare mamma: con grande dignità e riservatezza lottò contro il suo corpo per renderlo nido sicuro e accogliente.
Non si arrese e vinse doppiando la sofferenza delle tante donne che vivono calvari per riprodursi.

E ha vinto. Ha vinto lei e nonostante ci separino i decenni dalla sua esperienza, le foto raccontano di occhi che brillano e sogni che incantano.

Non perché era la moglie di un Presidente degli Stati Uniti d’America.
Perché fu madre nonostante la natura glielo volesse impedire, perché fu madre nonostante tutto e tutti, e soprattutto perché fu madre al di là del mondo che le stava attorno: attenta, dolce, amorevole. Una mamma non solo mamma ma pronta ad essere altro ed ancora tanto.

Commovente Jacqueline.
Elegante nel cuore e nell’anima di mamma.

Paola

Fascino ed ispirazione

Classe innata e stile senza tempo, esempio perfetto di come il buon gusto e l’eleganza si possano applicare in tutti i campi non solo in quello della moda ma anche in quello dell’arredamento e della decorazione.
Nasce a New York da una famiglia dell’alta società americana, cresce amando la poesia, l’arte, la fotografia e prosegue gli studi alla Sorbona di Parigi.

È qui che Jacqueline acquisisce lo squisito gusto ricercato che la contraddistingue e che si riflette chiaramente nelle stanze della Casa Bianca.

La vedo scegliere senza alcun tentennamento tessuti e arredi per creare conbinazioni di assoluta eleganza e garbo, prediligendo colori e tessuti pastello, complementi in legno massiccio e svariate opere d’arte per trasmettere fascino e prestigio.

Vuoi imitare il suo stile? Osa con poltrone e divani di gusto francese, dettagli con lavorazioni capitoneé, azzurri e bianchi, cornici in argento ed aggiungi qua e là tocchi etnici ed egizi.
In questo modo farai rivivere il suo immenso fascino.

Giulia

Bella ma non bellissima

First lady, icona di stile ed eleganza. 

Il suo tallieur rosa è diventato simbolo di raffinatezza e preziosità. 
Donna intelligente, con la passione dalla scrittura, della fotografia, amante della danza classica. I suoi movimenti e la sua postura denotano uno studio approfondito della disciplina classica
Portamento regale, testa alta, spalle aperte e non irrigidite, camminata sicura.
Dotata di grande autostima, non a caso è stata la donna di importanti uomini come il presidente J. Kennedy e il miliardario Aristotele Onassis.

Bella ma non bellissima, sensuale e dosata, mai appariscente, unica nel suo stile ‘francese’, nonostante fosse americana.
Oltre ad essere tremendamente femminile, era dotata di un grande sex appeal, dato da un alone di mistero che la circondava, quell’alchimia particolare che rende ogni donna unica nel suo genere.

Come ripeto sempre, l’essere speciali ed affascinanti non è sinonimo dell’essere una modella Victoria Secrets. 

Lucy Lady Ville

Una donna “Smazing”

Leggendo la sua storia possiamo solo definirla una “grande Donna” di carattere: forte e decisa.
Certo, la vita ci vince tutti  i giorni, ma Jacqueline Kennedy ha saputo tener fede a se stessa.

“Tenenendo i figli per mano, seguì il feretro del marito dalla Casa Bianca alla cattedrale di St.Matthew ed accese la fiamma eterna sulla sua tomba nel cimitero nazionale di Arlington.”

Il London Evening Standard scrisse ”Jacqueline Kennedy ha dato al popolo americano una cosa che gli era sempre mancata: la maestà”
Dai look iconici che hanno fatto la storia della moda, alla passione per l’arte, fino alle seconde nozze con l’armatore greco Onassis: la sua vita ha ispirato numerose biografie e suscitato grande curiosità.

Ha incarnato nel tempo l’immagine di una donna colta e raffinatama allo stesso tempo volitiva e coraggiosa; esemplare a tal proposito la decisione di indossare il famoso tailleur rosa, ancora sporco di sangue del marito, perché fu lei stessa a dire, “voglio che vedano ciò che hanno fatto a John”.

Daniela

Jaqueline Kennedy
Southamton – New York – Stati Uniti  
28/7/1929


Sole in Leone – Luna in Ariete – Venere e Giove in Gemelli e Marte in Vergine


Nel suo disegno c’è un grande trigono di fuoco con Luna in Ariete, Nettuno in Leone e Saturno in Sagittario.
Luna e Venere in aspetto armonico.

Volontà forte, capacità di sostenere ruoli importanti in società, anzi quasi un bisogno di essere in primo piano nella vita sociale anche a costo della propria felicità familiare. 
Femminilità spiccata e sensuale. 
Scarsa sensibilità verso gli altri (tanti pianeti in fuoco Leone e Ariete  sostenuti da pianeti in aria in Gemelli)

Temperamento focoso ed anticonvenzionale. Il suo bisogno veniva prima di ogni cosa ed era disposta a trasgredire la regola sociale o religiosa anche se questo comportava una reazione da parte dell’autorità trasgredita.

Tiziana

La redazione Smazing è composta da un team di professioniste che amano il loro lavoro e inseguono le loro passioni ed emozioni.