Ricetta perfetta per iniziare con gioia l’autunno. Gli spaghetti alla crema di zucca e acciughe sono semplici e veloci da preparare, provare per credere!

La zucca

L’autunno ci regala delle vere e proprie prelibatezze dell’orto.
La zucca è la regina di molte ricette tipiche di questa stagione. Ricca in carotenoidi, regola l’intestino e migliora la salute della pelle.
Le acciughe sono una fonte preziosa di Omega 3, vitamine del gruppo B e vitamina E

Ingredienti per 4 persone

  • 320gr di Spaghetti 5 Rummo  ( per chi lo desidera esiste la versione di Rummo Gluten free ed è buonissima)
  • 250gr di zucca
  • 5 acciughe sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio evo qb
  • sale e pepe qb

Procedimento

Iniziate sbucciando la zucca – che poi taglierete a pezzettini e farete cuocere a vapore spolverata di sale.
Intanto mettete a bollire l’acqua per la pasta e salate.
In una padella fate rosolare l’aglio, toglietelo e iniziate a far sciogliere le acciughe. Togliete dalla fiamma.
Quando la zucca si è ben ammorbidita (circa 15/20 min) mettetela nel bicchiere del minipimer e frullate.
Io ho aggiunto un pizzico di curcuma e di paprika affumicata
Inserite nella vostra crema il rametto di rosmarino e lasciate che si profumi.
Nel frattempo cuocete la pasta.
A 2 minuti dalla cottura mettete gli spaghetti nella padella con le acciughe, alzate la fiamma e aggiungete un po’ di acqua di cottura e la crema di zucca.
Mescolate continuamente affinché prenda aria e si cuocia in modo uniforme.

E ora, impiattate!

Se volete dare una consistenza croccante spolverate i vostri spaghetti con delle briciole di pane saltate in padella.
Consiglio pane di segale.

Buon pranzo!

 

 

Nadia

Nadia Giani – Bespoke chef & Tablesetting designer
Eleganza dipendente, designer per scelta, cuoca per caso.
Innamorata della vita, dell’eccellenza, dei viaggi e dell’arte.
Cibo come terapia per il corpo e per l’anima, e stile a tavola.
La mia cucina è proprio così: un viaggio raffinato, dove la coreografia della tavola ci delizia e ci accompagna nell’esplorazione del gusto.
Secondo il mio e vostro gusto.
Unico.