A volte non serve andare lontano per scoprire posti incantati e trascorrere una vacanza da sogno!
In Italia abbiamo località magiche, tutte da scoprire, e Pantelleria è sicuramente una di queste. Ci sono stata la scorsa estate, e mi è rimasta nel cuore.
Poesia, tradizione, semplicità e maestosità allo stesso tempo: indescrivibile. Un’isola senza tempo.

La perla nera

Viene chiamata così per la sua natura vulcanica: la perla nera del Mediterraneo, molto più vicina all’Africa che alla Sicilia.
Lo scirocco, caldo e secco, soffia notte e giorno; le raffiche di vento coccolano e rendono piacevole anche l’esposizione al sole durante le ore più calde.
Quest’isola “sperduta a occidente” chiamata Ogigia, Omero la raccontò nel suo poema come luogo dove Ulisse e la ninfa Calipso si amarono per sette anni.

Ecco alcune dritte se la vostra meta per l’estate 2017 sarà Pantelleria, all’insegna di una vacanza “rural chic“:

Dove dormire

I Jardina
S
soluzione di dammusi con piscina privata. Perfetto per una vacanza indimenticabile, tra lusso e relax. Se volete concedervi lo sfizio di trascorrere momenti di privacy nel comfort assoluto. 
La proprietaria, Michela, è molto disponibile, e la location è da sogno
Tra un tuffo in piscina a notte fonda, e lasciarsi dondolare dall’amaca al tramonto, c’è pure la possibilità di cogliere i fichi direttamente dall’albero e portarli in tavola.Dove mangiare

Cenare oppure fare un aperitivo sopra i tetti dei dammusi ammirando il sole scomparire nel mare, con uno dei tramonti più affascinanti dell’isola: Sesiventilocation da sogno per una cenetta romantica. 
Atmosfera elegante e panorama mozzafiato. Lo chef vanta 1 stella michelin.

La nicchia: ristorantino in contrada Scauri molto valido: materia prima eccellente per una cucina classica sapientemente mixata con la cucina contemporanea. Se avete la fortuna di cenare sul terrazzo di sopra l’atmosfera sarà sicuramente più elegante e unica.

Dove assaggiare – e acquistare – ottimi vini

Basile, cantina nel cuore della contrada di Bukkuram, dove si respira tradizione, profumo di terra e cose semplici.
Fabrizio e Simona, accoglienza familiare e raffinata per degustare vini di carattere dalle note aromatiche particolari.
Sora Luna, Frate Sole, Shamira i miei preferiti.

Lì in zona, in contrà Scauri, sulla costa ovest dell’isola, c’è il panificio Marrone, fantastico, con un terrazzino affacciato sul mare dove ci si può fermare a mangiare pane e pizza. Una tappa fatela, merita davvero.

Dove scoprire un ottimo passito

Cantina Valenza da Salvatore. Nell’entroterra, in contrada monastero, dove si respira un’aria surreale: tra le braccia di due vulcani sembra di essere in una vera e propria fortezza.
Il “Don Vito” 1994, è un moscato invecchiato, pensato per le meditazioni più difficili, rigorosamente in compagnia di chi più si ama.

Da provare

Una gita in barca intorno all’isola, alla scoperta di grotte e anfratti dove fare bagni in completa solitudine, è d’obbligo.

Un bagno nel lago Venere, alimentato da sorgenti termali: le sue sorgenti naturali con temperature tra i 40° e i 50° hanno proprietà purificanti e ti garantiscono una pelle incredibilmente liscia.

Il bacio pantesco è il dolce tipico di cui non potrete più fare a meno a colazione: frittelle croccanti farcite con ricotta e cioccolato, le calorie penserete a come smaltirle una volta tornate a casa!

Enjoy your holiday!