Perché a noi booklovers piace così tanto leggere? Perché è bellissimo e perché leggere fa bene! 
Provo a riassumere 5 buoni motivi per cui vale la pena leggere – tanto e di più. 

Invito alla lettura in 5 punti

  • Leggere apre la mente. 
    C’è un mondo intero e vastissimo descritto nei libri, situazioni al limite, personaggi di ogni tipo, storie di vita varissime. È inevitabile che il tuo concetto di “normalità” ne esca completamente rovesciato, allargato. I libri abbracciano mondi e persone completamente diversi, strani ed estranei. I concetti di normalità, di estraneità o stranezza, magicamente si dissolvono.
  • Chi legge si vede, anzi si sente. 
    Soprattutto chi legge sin da bambino o chi ascoltava rapito storie su storie lette ad alta voce, ha un’invidiabile padronanza di scrittura e di linguaggio da grande, un lessico vario e la preziosa capacità di fare collegamenti tra cose e situazioni diverse.
  • Leggere ha uno splendido potere estraniante.
    Al pari della musica sparata a massimo volume nelle orecchie, leggere un libro ti permette davvero di prenderti una pausa rigenerante dal mondo (e da te stesso).

  • Un libro c’è anche quando ti senti sola e perdersi tra le sue pagine è davvero una cura per l’anima. Una cura che è un’arma a doppio taglio, sono convinta, perché leggere ti rende inevitabilmente più critico (beata ignoranza…).
  • I libri danno parole alle tue emozioni. 
    Quante emozioni proviamo e solo nei libri ritroviamo scritte, stampate, vissute da altri e comprese, raccontate, espresse? La sensazione più bella quando leggo un libro è sentire che qualcuno è riuscito a mettere per iscritto sentimenti e percezioni che io non sarei mai stata in grado di scrivere e di descrivere, probabilmente neanche di decifrare.


Un invito per tutti a leggere, tanto e di più. Buone letture!