Vuoi staccare dalla routine quotidiana e immergerti in una cultura “esotica” spendendo poco e senza voli intercontinentali? Allora Marrakech è la città che fa per te! Ecco una mini guida delle cose da non perdere, per cogliere tutto il fascino colorato e chiassoso di questa città!

Quando mi è stato proposto un mini break in Marocco, devo ammettere che inizialmente ho storto il naso.
Tornata da un viaggio nel sud dell’Africa, nella mia mente, niente sarebbe riuscito a battere la bellezza selvaggia di quei luoghi.

Barattare leoni con cammelli? Sacrilegio!

E invece ho dovuto ricredermi: cammelli e asinelli mi hanno fatto innamorare di Marrakech, uniti alla sua cultura, tradizioni e un’atmosfera unica nel suo genere.
Ecco cosa sapere e cosa non perdere durante la tua prima visita a Marrakech! 

Perditi tra le sue stradine e vicoletti

Menara, l’aeroporto di Marrakech, si trova a 4 km dal centro, a circa 15 minuti di distanza. 
Alcuni vicoli sono talmente stretti che il taxi potrebbe lasciarti a piedi prima del previsto. Se dovesse capitare anche a te, approfittane!
Durante la mini camminata in cerca del mio Hotel, la mia prima impressione è stata un “wow” dietro l’altro!
L’atmosfera che si respira in quei vicoli non ha prezzo: gli odori della cucina tradizionale, i colori arancio e terra delle case di Marrakech, non a caso ribattezzata “città rossa”, fanno di ogni passeggiata una scoperta continua, il tutto ovviamente gratis!

A Marrakech ogni angolo di strada nasconde qualcosa di bello, quindi anche se sei in vacanza – e l’ultima cosa che vuoi e’ alzarti all’alba – svegliati presto e goditi la città mentre comincia a prendere vita!

Non aver paura di perderti nei meandri della Medina, anzi, te lo consiglio per scoprire degli angoli incantevoli e averli tutti per te.

Visita i Souk di Marrakech

Ci sono interi vicoli popolati da Souq (o “mercati”), ognuno dedicato ad un solo tipo di artigianato: quello del ferro, delle pelli (consiglio: tappati il naso qui!) della tintura dei tessuti, gioielli e prodotti per la cura del corpo.

Goditi Piazza Djemaa El Fna

Una visita a Marrakech non sarebbe completa senza la visita alla sua piazza simbolo!
Passa la serata a rilassarti in uno dei tanti bar che popolano piazza DJemaa El Fna, punto di riferimento per i tuoi vagabondaggi giornalieri.
Molti locali hanno delle terrazze che offrono un panorama mozzafiato sulla città. Ordina un tè alla menta, bevanda tipica marocchina (io la adoro!) e goditi lo spettacolo.
Di giorno potrai vedere incantatori di cobra, farti decorare le mani con l’Hennè e girovagare tra le bancarelle, mentre la sera la piazza si illumina di colori e offre spettacoli di danza e musica tradizionali, l’halqa, ovvero il “teatro di piazza”.

Rilassati tra Hammam e prodotti beauty

La varietà di Hammam e Spa a Marrakech è a livelli di record! 
Esistono sia Hammam pubblici dove con 2/3 euro ti godi la vera esperienza assieme ai locali, oppure prova qualcosa di esclusivo e indimenticabile, o entrambi, perché no? Che vacanza sarebbe senza un po’ di coccole?
Dopo una giornata a macinare kilometri, una sosta per rilassarti è d’obbligo!
Quasi tutti gli alberghi forniscono una Spa/Hammam o ne hanno una da raccomandarti nelle vicinanze.
Fai attenzione agli orari: molti Hammam chiudono alle 19.30/20, quindi prenota al mattino o la sera prima.

Se vuoi provare un tipico Hammam frequentato dai Marocchini, lascia in albergo un po’ del tuo pudore e preparati ad ambienti spartani e basici. Perlomeno potrai vantarti di avere avuto un’esperienza autentica!

I prodotti di bellezza

Vuoi tornare a casa sfoggiando una abbronzatura – sana – da invidia, una pelle radiosa e capelli da leonessa?
Allora fai un pit stop in uno dei negozietti che trovi per strada e compra qualche prodotto locale, anche come regalo da portare a fidanzati, mamme, zie e nonne!

Ecco cosa comprare a prezzi decisamente più bassi che in Italia:

  • Olio Di Argan per 3 euro, 100% puro e prodotto localmente
  • il Sapone nero che ha proprietà antimicrobiche se soffri di pelle impura
  • l’olio di Rosa per tonificare la pelle
  • l’argilla verde per purificare e aumentare i benefici dell’Hammam
  • il tè verde alla menta anti-ossidante e bevanda simbolo Marocchina

Sbizzarrisciti con le foto, ma con rispetto

Se hai la passione per la “street photography”, Marrakech  sarà il tuo paradiso!
Ma fai attenzione perché molti locali non amano essere fotografati di soppiatto quindi chiedi sempre il permesso.
In molte botteghe troverai un cartello con un bel “No Foto” piazzato all’entrata.
Non farti scoraggiare, baratta con il commerciante e proponigli una mancia, alcuni scatti alle botteghe e ai locali valgono il mini investimento.

Luoghi simbolo di Marrakech da non perdere

  • I Giardini Majorelle: fantastici per rilassarsi in mezzo alla natura con oltre 300 specie di piante tropicali e meravigliosi edifici blu elettrico, laghetti e panchine sparse ovunque. 
  • Palazzo Bahia: famoso per essere sede di uni dei più grandi Harem in Marocco. La mia guida locale, rinominata da me Pablito, per la sua somiglianza con Neruda, era particolarmente entusiasta nel raccontarci tutti i retroscena della vita dell’Harem. Vita dura per il sovrano con più di 20 mogli e concubine a disposizione!
  • Moschea Koutoubia: la più grande e imponente di Marrakech che svetta non lontana dalla piazza principale. Da non perdere, ricordando che è un luogo di preghiera, quindi attenzione all’abbigliamento!

Cosa mettere in valigia

Essendo Marrakech una città musulmana, vestiti in maniera sobria, per rispetto alla cultura locale.
Compra un vestito colorato tradizionale. Se non fosse per la pelle chiara che ti tradisce, potresti passare per una locale.
Non sottovalutare l’escursione termica: porta sempre con te un maglione pesante per la sera perché le temperature scendono considerevolmente dopo il tramonto. Una volta risolto il “problema”, goditi le passeggiate notturne e la magia di questa città.

Buon viaggio!

Clelia – travel blogger