Quante volte hai rinunciato ad allenarti per mancanza di tempo e magari… anche per mancanza  di voglia? Hai mai provato la modalità di allenamento on line?

A causa – o grazie 😉 – di Codiv-19 durante la quarantena si è riscontrato, oltre all’aumentare del peso corporeo di tanti di noi, anche un incremento delle visualizzazioni dei video youtube e instagram relativi a workout da eseguire in totale autonomia e comodità da casa.
Chi era sportivo si è dato da fare come poteva allenandosi a casa e acquistando qualche attrezzo poco ingombrante e a costi contenuti.
Chi invece non si allenava per mancanza di tempo ha iniziato seguendo proprio i vari tutorial di esercizi proposti nel vasto universo del web.

D’altronde se i nostri figli hanno cercato di apprendere dalle lezioni online… cosa abbiamo noi in meno di loro?
Cresce cosi il fenomeno delle videolezioni, che esisteva già da tempo: tuttavia non veniva tanto considerato in quanto le persone sono principalmente diffidenti – e soprattutto perchè preferiscono andare fisicamente in palestra per avere la possibilità di unire al dovere… anche il piacere di socializzare. Che è poi proprio quello che ci è mancato  in questo periodo di pandemia…


 

Lezioni on line: videolezioni e live


La videolezione è un video precedentemente girato e poi pubblicato nei portali dedicati sul web: accessibile da chiunque in qualsiasi momento.

La diretta live invece è una videochiamata che può essere one to one – l’opzione che io preferisco – oppure in format da mini class di 3/5 persone. O ancora una lezione di gruppo con più partecipanti.
Per questo tipo di  allenamento le applicazioni più utilizzate sono instagram, watsapp, facetime, zoom e meeting.


Personalmente utilizzo molto la modalità diretta live perché avendo clienti in tutta Italia, si dimostra essere la soluzione ideale.
Il tutto funziona come un vero e proprio allenamento con un personal trainer: la differenza è che puoi allenarti comodamente da casa, oppure in vacanza, in un parco, durante la pausa pranzo di lavoro, la mattina appena sveglia… e così via.
Puoi sfruttare al massimo ogni momento… e risparmiare il tempo di recarti in palestra!
 
Tuttavia… seguire passo per passo l’esecuzione dell’esercizio e riuscire a correggere eventuali errori non è cosa da poco.
D’altro canto il fatto di avere un appuntamento è molto più efficace e stimolante dell’andare in palestra quando si finisce lavoro o durante la pausa pranzo. Quindi è più difficile trovare una scusa e saltare l’appuntamento!
 
Sono convinta inoltre che il rapporto diretto con una persona di riferimento sia molto importante per l’obiettivo che si ha; inoltre l’empatia e la stima reciproca porta a risultati spesso innaspettati.
 
 
Ho visto ragazze insicure e incostanti ri-trovare il sorriso, la forza per raggiungere obiettivi che in anni non erano mai riuscite a raggiungere.
Ragazze impacciate e timide sono diventate vere e proprie guerriere perchè il potere delle donne, quando si aiutano, è qualcosa di straordinario! 🙂
 


Come ci si approccia all’allenamento live?

Di questi tempi i mezzi pubblicitari più efficaci sono i social: è infatti possibile trovare personal trainer di qualunque disciplina nel vasto mondo del web.
Oppure tramite il classico “passaparola”.
 
Le persone tendono a fidarsi maggiormente quando un professionista viene raccomandato da altri o semplicemente quando hanno visto buoni risultati su qualcuno che conoscono.
 
Di personal trainer ce n’è di tutti i tipi: si spazia dall’allenamento funzionale, passando per lo yoga, il booty barre, il pilates… c’è davvero l’imbarazzo della scelta!
 
Il primo step è imparare a conoscersi: stilare una scheda del cliente con annessi obiettivi ed eventuali problematiche fisiche.
Dopo averla bene studiata, si cerca sempre un confronto diretto tramite una telefonata – o meglio ancora una videochiamata! – per pianificare il percorso da intraprendere e scegliere insieme il primo allenamento di prova.
 
“Di prova” perché? Perché solo così si riesce a capire se c’è empatia.
 
Il lavoro del Personal Trainer è basato infatti in primis sul rapporto che instaura con il cliente: rapporto che deve trasmettere sicurezza e impegno  – e ovviamente deve seguire l’efficacia del suo operato.
 
E tu hai mai provato?
Se sei curioso e vuoi provare una lezione live scrivi a ivj@smazing.it!
E cercami su Fb e Instagram 😉