Oggi, nel parlarvi del Pilates, voglio essere più pratica che didattica. 
Una lezione “a tu per tu” con l’insegnante pronto a spiegarti l’esercizio e correggerti ha sicuramente un valore più alto: sono comunque certa che anche seguendo questi semplici consigli – e masticando già un po’ il Pilates – riuscirai a cavartela più che bene anche da casa! Nello specifico vediamo 2 Esercizi Pilates: Roll down e Single leg streching.

Liberare per costruire

Con l’allenamento specifico Pilates il corpo si costruisce: ricorda però che prima di costruire bisogna liberare.
Quante volte ci sentiamo appesantite, caricate, non solo per un’alimentazione errata, ma anche dallo stress, dai pesi, dai carichi della vita di tutti i giorni.

Imparare la giusta respirazione per liberare il corpo, dalla decongestione, fare pulizia portando ossigenazione e maggior circolazione, ci aiuta a stare meglio e a fare bene gli esercizi.

Quindi una delle prime cose da imparare è la respirazione per poter fare bene gli esercizi.
La respirazione è un esercizio, e ricordiamoci che chi fa un’ora di Pilates fa un’ora di addominali😉

Il Core

Lavorare con il core, vuol dire tonificare e rafforzare i muscoli addominali interni, in particolar modo il trasverso, con l’espirazione portiamo in dentro l’addome. Questo tipico e importantissimo esercizio Pilates, non è utile solo per tonificare ma anche per decongestionare e pulire l’addome. È un lavoro energetico: alleniamo i muscoli interni per aprire e allungare, portando ossigenazione e maggior circolazione, il metabolismo si risveglia.

Roll down

È è uno dei pochi esercizi che si pratica in piedi: lo scopo è quello di allungare la catena cinetica posteriore dal tallone di achille all’ultima vertebra cervicale, e riassettare il bacino.

Partendo con i piedi paralleli, braccia lungo i fianchi, iniziamo a srotolare la colonna verso il basso portando giù il capo, poi le spalle, scendendo verso i piedi, cercando di rilassare tutto, le braccia il collo le spalle anche la schiena.

Quando vado giù allunghiamo, quando torniamo su rafforziamo, i muscoli della schiena coinvolti nel movimento.

La Meziers – famosa fisioterapista – aveva compreso che gli erettori (muscoli della schiena) si accorciano e si irrigidiscono, portando il bacino in anteroversione, motivo per cui la schiena si inarca.

Con il roll down, allunghiamo, rafforziamo e riassettiamo il bacino.

Inoltre combatte la fissazione delle vertebre, va a sciogliere le giunture vertebrali, e ci aiuta a trovare la nostra posizione neutra migliore.

Single leg streching

Si parte da supini, gambe a squadra , mani dietro la nuca, espirando si vanno ad estendere anca e ginocchio. Il movimento parte dall’anca, la respirazione ritmica e percussiva, affondo il piede nell’aria. L’enfasi è al ritorno, come una molla che da la forza che spinge, la flessione da la forza per allungare, dà potenza stabilità e precisione. Lavoro di sinergia muscolare, grazie alla flessione allungo la gamba.

Esercizio che aiuta a costruire gambe agili lunghe e snelle!

Non mi resta che augurarvi buon lavoro!

Per contattarci: daniela@smazing.it