Siamo a conoscenza del fatto che la maggior parte dei problemi derivano dalla postura e quindi dal disallineamento posturale. La gravità ci schiaccia, chiude e contrae: dopo i 30 anni è fisiologico un decadimento precoce del corpo. Come far fronte a questo decadimento quindi? Con la ginnastica posturale o attraverso il Pilates? Sono due modi differenti e complementari – aggiungo io – per migliorare l’aspetto fisico. Vediamo insieme la differenza tra ginnastica posturale e Pilates. Cifosi, lordosi e scoliosi Molte persone oggi giorno sono alla ricerca di stare bene, quindi è importante scegliere un’attività che ci aiuti a combattere sedentarietà, ma anche a migliorare il nostro aspetto fisico e prevenire una serie di problematiche legate all’ipomobiltà – causa principale di alcune alterazioni a carico della colonna vertebrale, quali cifosi, lordosi, scoliosi. Sappiamo anche che il disallineamento e la postura errata creano ernie, protrusioni, schiacciamenti, mal di schiena. Il Pilates Con la disciplina Pilates si…

CLICCA QUI

per continuare la lettura di questo articolo, abbonarti e accedere a tantissimi altri contenuti esclusivi! 
Sappiamo che tu vali e meriti solo il meglio.
Da qui la nostra scelta di dare un valore anche ai contenuti che ti offriamo.


Contribuisci a rendere Smazing sempre migliore, a meno di un caffè al mese.
Cosa aspetti?

oppure
accedi con le tue credenziali