È importante – anzi fondamentale – ribadire l’importanza del Pilates. Grazie ad un allenamento costante e continuo il nostro corpo si rafforza: creare stabilità interna e mobilità è il primo passo. Resistenza e forza elastica mantengono forte e giovane il nostro corpo, ma il piede è la base di tutto. 

L’allineamento 

La mia formazione è iniziata e ancora continua con la scuola Fitness Formula Pilates: il mio maestro Paolo Boletti mi ha indicato la strada partendo dalla specialistica Modellamento Posturale, lo sviluppo della forza elastica e l’allineamento posturale. Ecco perché oggi voglio parlarvi dell’importanza che ha l’allineamento: allineamento che parte proprio dai piedi.

Il programma segue un’ordine e una specifica metodologia, per un Pilates energetico ed evolutoModellamento Posturale garantisce un risultato, ovvero il miglioramento della postura.

L’appoggio

L’allineamento parte dai piedi: tutto ciò che succede sotto la pianta del piede si riflette sul nostro corpo, soprattutto, sulla colonna e cervicali. Con il reformer – macchina professionale – , abbiamo la possibilità di lavorare sul riallineamento posturale partendo dai piedi, grazie al punto fisso che la macchina ci fornisce: la barra.

Si parte sempre con l’appoggio del tallone, ma come mai?
Perché è la prima parte del piede che tocca terra quando camminiamo. È il nostro primo impatto con il terreno, se abbiamo un tallone forte, allenato, sicuro nell’appoggio e consapevole, la nostra camminata sarà altrettanto – prevenendo peraltro cadute e distorsioni .

Si procede con il metatarso, perché?
Perché è la seconda parte del piede che tocca terra quando camminiamo. Tutto per una camminata, equilibrata, forte, decisa ed allineata. Atta a prevenire cadute ed infortuni.

Importante è avere un piede forte: sotto il piede ci sono 20 muscoli e 12 tendini che scendono e vanno sotto il tallone dando supporto all’arco plantare. Migliorare la funzionalità significa rinforzare il piede, per una buona e funzionale camminata.

Modello antigravitazionale

Il lavoro che andiamo a svolgere è un modello anti gravitazionale: la gravità ci spinge , ci schiaccia verso il basso. Noi andiamo a costruire la nostra postura dal basso verso l’alto, e quello che attiviamo è un’energia anti gravitaria che ci eleva senza fatica. Questo è il nostro obiettivo risultato!

La respirazione

È la parte più importante, è un training specifico che viene insegnato ed imparato, e si può tranquillamente definire un esercizio sull’esercizio.

Attraverso l’espirazione portiamo gli addominali in dentro, in questo modo costruiamo la nostra cintura interna, il nostro corsetto – core – muscolare che dà supporto alla nostra colonna vertebrale, esattamente come un busto interno.

Si può immaginare: una cintura stretta, che mantiene una funzione di tenuta e stabilizza la colonna vertebrale e le lombari.
Cintura che funge da supporto e allunga la colonna.
Viene da sé che il risultato sarà una colonna retta, supportata, e un ventre piatto, sogno di ogni donna – ma non solo!