Quando parliamo della disciplina Pilates come Mat Work, in tendiamo il lavoro a materassino – e non solo.
Il Pilates nasce infatti con una serie di esercizi a corpo libero, e solo successivamente si sono aggiunte le macchine, in primis il Reformer.
Oggi parliamo del Pilates Mat Work, una serie di esercizi a corpo libero e con piccoli attrezzi quali il ring, la palla Pilates, la fit Ball, il roller, la fascia elastica.

Pilates Mat Work

Si esegue, come già accennato, mediante una serie di esercizi a corpo libero su materassino, con eventuale supporto di piccoli attrezzi. Nelle mie sessioni uso molto la fascia elastica, questo per dare la possibilità al corpo di lavorare in contrapposizione di forza elastica: ai nostri muscoli piace molto, la fascia simula la loro conformità. La fascia si allunga e si accorcia, i muscoli sono dei filamenti che si allungano e poi ritornano. E come già spiegato carichiamo i muscoli di forza elastica e così facendo ringiovaniamo il corpo dall’interno.

La fascia elastica

È un elemento che crea supporto, resistenza e allungamento. Gli esercizi che propongo sono in particolar modo per gambe e braccia. Con fascia elastica è un lavoro di modellamento posturale, senza fascia è un lavoro di core training.
Ci sono vari tipi di fascia elastica con diversi colori e diverse resistenze: con la fascia più pesante hai più resistenza e attivi maggiorente la parte muscolare interessata. Con la fascia più leggera hai meno supporto e vai a lavorare più di core training.

La biomeccanica del corpo

È importante sapere come funziona il corpo, la nostra biomeccanica: la gamba è un carico da gestire, più si allontana dal centro (dal core) più destabilizza, e più dobbiamo avere controllo e forza interna per gestire il carico. Se la fascia è leggera abbiamo meno supporto quindi dobbiamo saper attivare maggiormente il core; se la fascia è più pesante da più supporto, e lavoriamo di più la parte muscolare interessata – e il core lavora meno.

Modellamento Posturale

La gamba è un carico da gestire, con la fascia elastica facilitiamo il lavoro: sono i muscoli che la sostengono, il core stabilizza il tronco. La fascia fa da resistenza alla gamba che si allunga e si modella, nel frattempo la tenuta della fascia fa da resistenza anche alla cintura scapolare che contrappone il movimento della gamba facendo così lavorare tutti i muscoli della cintura scapolare stessa in allungamento, e contrapponendo l’atteggiamento cifotico.

Personalmente amo molto il lavoro con la fascia elastica: è un modo funzionale per fare lavorare tutto il corpo con un solo esercizio. Le gambe si modellano, l’addome si assottiglia, i glutei si definiscono nella loro sfericità, le braccia vengono allenate – e tutto questo in contrapposizione di forza elastica.

Tonifichiamo, allunghiamo, modelliamo il nostro corpo! Meglio di così;)

 

Per info: daniela@smazing.it