Il plank – ovvero piastra – è l’esercizio addominale per eccellenza, fa lavorare tutto il corpo e puoi eseguirlo come, dove e quando vuoi. Incredibile vero?

Allenamento e benefici

Si tratta di una vera e propria sfida: il plank è infatti un esercizio popolare in tutto il mondo per la sua efficacia.
L’unica cosa di cui hai bisogno per questo esercizio è la buona volontà. Buona volontà di metterlo in pratica correttamente: non servono attrezzi e ti impegna solo un paio di minuti al giorno.

Si tratta di un esercizio statico dove la posizione corretta è indispensabile – anche se non si fa alcun movimento.

Se esegui un corretto plank attivi una serie di muscoli tra i più importanti del tuo corpo.

Si pensa che gli effetti benefici siano dovuti all’aumento del core-stability, ossia l’abilità di stabilizzare attivamente la regione lombopelvica e mantenere sia equilibrio che determinate posture.

Migliora la definizione e la performance dei muscoli, nonché la flessibilità e il metabolismo perché brucia energia.

Muscoli attivati

  • retto addominale
  • trasverso dell’addome – muscolo importante per la stabilità del tronco
  • obliquo interno ed esterno – importanti per il core
  • muscoli dei glutei – essenziali per sostenere bacino e schiena
  • diaframma
  • muscoli della schiena
  • muscoli del pavimento pelvico
  • muscoli delle spalle

Esecuzione corretta

Sdraiati a terra con l’addome rivolto verso il basso; piega i gomiti a 90° in modo tale che siano allineati con le spalle.

Le braccia non devono essere né troppo distanti né troppo vicine.

Il corpo deve formare una linea retta dalla testa ai talloni, quindi mi raccomando, assicurati di mantenere testa e collo dritti!

Rimani con le gambe tese e contrai i glutei per mantenere in equilibrio i fianchi.

Mantieni tutti i tuoi addominali in contrazione, fai attenzione a non inarcare il bacino verso terra e tieni giù le scapole. A questo punto apri il torace.

Parti con la prima volta per 10′: man mano che migliori aumenta di altri 10′. Se eseguito correttamente, per un neofita già i primi 30′ non sono semplici. Ti posso assicurare che sono comunque ricchi di soddisfazione;)
Più importante del quanto è infatti il “come”!

Una volta imparato a fare questo esercizio puoi cimentarti con altri tipi di Plank: ce n’è per tutti i gusti e da divertirsi!

Buon allenamento!