L’allineamento planetario del 12 Gennaio 2020 è un evento epocale che non abbiamo mai sperimentato: l’ultimo episodio simile in Capricorno è avvenuto centinaia di anni fa. Ben 5 pianeti allineati nel segno del Capricorno – di cui quattro a 22° 45: Plutone, Saturno, Mercurio e Sole! – determinano l’energia che si sta muovendo in tutto il pianeta… e non solo.

Allineamento epocale

Questo evento epocale che non si verificava da centinaia di anni ci porta a sperimentare qualcosa che non abbiamo mai vissuto.
I pianeti nel segno del Capricorno coinvolti sono: Sole, Mercurio, Saturno e Plutone.
In particolare la congiunzione esatta di Saturno e Plutone determina il lavoro che l’intero pianeta e l’umanità che ci abita hanno bisogno di svolgere e comprendere.

Saturno

Saturno rappresenta la gravità, la massa: governa il tempo e lo spazio regolandone la legge di causa ed effetto.
Ci aiuta a portare a compimento le cose: controlla, definisce, contrae e limita la struttura.
I suoi transiti testano la nostra autonomia e ci invitano a fare un esame obiettivo della realtà.

Plutone

Plutone invece rappresenta la metamorfosi, il potere personale, le trasformazioni radicali, la profondità della psiche e della nostra anima. Ci aiuta infatti a comprendere le lezioni dell’anima nel corso della nostra incarnazione.
I suoi transiti ci portano ad una metamorfosi che avviene integrando le nostre parti “ombra”, e ci aiuta a diventare più consapevoli del nostro potere personale.

La congiunzione esatta di Saturno e Plutone di questo 12 Gennaio 2020 ci chiede di rivedere gli aspetti più cristallizzati e limitanti del nostro comportamento – oltre che a quello statico della nostra personalità.
Tale allineamento fa emergere le nostre paure più profonde di separazione e di perdita.
Questo che siamo chiamati a vivere è quindi un periodo faticoso e pesante: emergeranno le paure, si incontreranno ostacoli, aumenteranno i ritardi, e metteremo così alla prova pazienza e maturità. Abbiamo così l’opportunità di assumerci maggiori responsabilità, sia per noi stessi che per l’intera umanità.

È tempo di trasformare le strutture obsolete e correggere la modalità corrotta dell’amministrazione, per poter ridistribuire più equamente potere e risorse.
Siamo quindi chiamati e maturare una consapevolezza oggettiva di quello che è necessario fronteggiare e trasformare sia a livello collettivo che individuale.

Dobbiamo quindi cercare di rimanere flessibili e di liberarci dall’ansia legata al controllo!
Ultimo compito e non meno importante è avere la consapevolezza del bisogno che Madre Terra ha di noi e dell’aiuto che possiamo darle per sostenerci nella nostra vita.


Meditiamo oggi, in questo giorno speciale

Visualizza un cordone ombelicale cosmico che ti unisce a Madre Terra e che grazie al nostro aiuto è in via di guarigione.
Vedi il Sole splendere alto nel cielo e immagina che salute e vitalità possano circolare in tutto il mondo per benedire tutti gli esseri che vi abitano.
Respira, rilassato, sorridi e ringrazia Madre Terra della sua ospitalità.