Come funziona la meccanica del sistema di Human Design? Ce lo dice il grafico insieme alle sue definizioni!

Definizione e non-definizione nel grafico

Nel sistema di Human Design la definizione nel grafico corrisponde alla parte immutabile di noi, il “Sé”.

Le nostre definizioni (centri + canali colorati) sono molto importanti perché indicano l’aspetto fisso della nostra natura, ciò che siamo. Sono le nostre caratteristiche che operano in modo affidabile e consistente dalla nascita alla morte, e che non si possono cambiare. (HD è un sistema meccanico, non è moralista). Le definizioni sono il nostro vero sè.

Tutto ciò che è non-definito, ossia in bianco, è l’aspetto ricettivo della nostra natura. Questa è un’apertura sensibile ai condizionamenti esterni. Sono le esperienze transitorie, sono le miriadi di possibilità che ci portano gli altri o il programma della vita.
La non consapevolezza di chi siamo ci fa prendere decisioni basate in questi centri non-definiti, con l’illusione di poter fissare qualcosa che ci sfugge. Il risultato sarà di vivere una vita basata su fondamenta inconsistenti, una vita da non-sé.
Operando correttamente, cioè seguendo la strategia ed onorando la propria autorità, questi centri aperti diventano lezioni di vita per maturare.

La nostra mente

La nostra mente prende energia e consistenza appoggiandosi ai condizionamenti del centri non-definiti. Essi ci fanno sentire come mancanze ciò che non è consistente.
. Cos’è la mente? Il nostro corpo mentale è un computer e come tale è istruito fin dalla nascita per ricevere dati, informazioni, esperienze emotive che si traducono poi in scelte.
Come un computer non è abilitata per prendere decisioni in maniera autonoma. Ognuno di noi infatti ha una autorità interna a cui fare capo per decidere correttamente.

A chi dare l’Autorità

Vi faccio una domanda: “dareste autorità al vostro computer di usare autonomamente i vostri contatti e la vostra carta di credito senza il vostro consenso? Sono certa che la risposta sarà “noooo“. Lasciamo però che il nostro computer interno, “la nostra mente“, decida per noi come usare la nostra energia dandole piena autorità in merito!
Noi non siamo la nostra mente! Abbiamo una mente! Essa è abilitata per ragionamenti, concetti, teorie, risposte ma non per prendere decisioni per noi.
Non è mai la nostra autorità interna, in quanto sede del maggiore condizionamento.
Nessuno può esimersi dal condizionamento che inizia fin dalla nascita. Dai primi 3/5 anni di vita c’è il condizionamento primario, in quanto da piccoli non siamo in grado di evitarlo. Purtroppo da adulti ancora rispondiamo a quel comando.  Non ci rendiamo conto che non è il condizionamento il problema, ma la nostra identificazione con esso.
Con la nostra strategia e autorità personale possiamo diventare autonomi nelle scelte della nostra vita e, prendendone il controllo, vivere appieno la nostra unicità.

Nel grafico l’energia vitale è colorata ed il corpo mentale risulterà colorato di blu.

Ciao!