Lo stile che forse più di tutti non passerà mai di moda e sarà anzi sempre attuale – in ogni dove e come – è lo stile casual, casual chic. Se vuoi dare una rinfrescata al tuo guardaroba puoi partire da qui: da qualche outfit casual, da manuale.

Come stile il Casual può sembrar semplice da copiare, in realtà è forse il più difficile perché richiede gran gusto e occhio ai dettagli. Le possibilità di scivolare infatti nel banale – o peggio ancora nello sciatto – sono altissime e dietro l’angolo.
Quindi da dove partire?

Less is more

Partiamo dal concetto less is more, ovviamente!
Capi sartoriali semplici ma di qualità. Ben fatti, per uno stile semplice ma curatissimo.

Un buon capospalla ad esempio: un pezzo che non può mancare a prescindere dal nostro guardaroba, estivo o invernale che sia. Come colore è da prediligere il blu, senza tempo.

Inés de la Fressange, emblema della parigina doc e icona indiscussa di stile ed eleganza, ci insegna come essere impeccabili con capi basici ma abbinati sapientemente tra loro.
E ad essere cool anche con una semplice t-shirt bianca, un jeans cinque tasche e scarpa rasoterra.
Prendere spunto da lei è cosa buona e giusta.

Colori 

Vestirsi casual è un’arte che prevede un’elevata cura dei dettagli e un forte spirito di osservazione. Soprattutto nella scelta dei colori.
Bisogna infatti imparare a mescolare capi di stile diverso tra loro con disinvoltura e i colori da prediligere sono i toni pastello – colori neutri
Qualche esempio? La palette dei naturali – sabbia, cachi, bamboo – abbinata ai toni del blu, al bianco e ai grigi, meglio se melange per un effetto più delicato.

Bandito tassativamente il nero, concesso solo nell’accessorio – se proprio non potete farne a meno.
Tenete questo colore per il jogging nel tempo libero.

Fitting

Ricorda poi che se vuoi adottare uno stile casual devi rinunciare ad un abbigliamento troppo attillato e a gonne troppo corte, a favore di capi che accarezzano la figura, mai troppo eleganti o stile bambolina.

L’obiettivo del casual è infatti quello di combinare uno stile classico a uno stile informale, così da essere elegantemente disinvolti. 
Via libera quindi a cardigan, golf e polo in jersey abbinate a pantaloni morbidi – ma non troppo – o jeans scuri.

Accessori

Le scarpe non devono essere mai lucide.
Classiche sì, ma lucide mai – per evitare l’effetto cheap altrimenti assicurato.

Oltre alle scarpe classiche su pantaloni informali, avete mai provato il pantalone classico con una bella sneakers total white?
Un dettaglio che sicuramente vi può dare quella marcia in più e farvi esclamare “wow” davanti allo specchio.

Un bel paio di occhiali da sole e una borsa in pelle fanno poi il resto del gioco.

Ad ogni modo praticità e comfort devono essere i primi criteri con cui si scelgono i pezzi per il nostro nuovo stile casual.
Ti sembra facile? 
Prova a creare qualche look e mandaci la foto, le migliori saranno pubblicate sui nostri social;-)

E ricorda, anche il trucco è fondamentale: dev’essere naturale e impercettibile.

 

Photo credits: Pinterest

Monique

Monica Montanaro – Founder & Creative Director
Fashion Designer, appassionata d’arte e affamata di vita ed emozioni vere.
Docente di fashion design e consulente free lance nel settore lusso.
Ma soprattutto mamma moderna e compagna di vita esuberante, ma dolce e determinata. Curiosa e cocciuta.
Credo nelle sinergie creative e nella forza incredibile che abbiamo solo noi Donne.
Una forza che se veicolata correttamente può portare alla realizzazione e riuscita di grandi imprese.