Ci sono amori conficcati nel cuore perché rimasti irrisolti o incompleti: Murakami racconta di questo, in A sud del Confine, a ovest del sole, con la solita leggerezza di scrittura che lo contraddistingue.

Murakami e gli amori impossibili che non finiscono mai

“Gli amori impossibili non finiscono mai. Sono quelli che durano per sempre”

Lo dice Özpetek ne Le mine vaganti, e quanto è vero?

Ci sono amori giusti arrivati al momento sbagliato e dunque vissuti a metà. 
Da qualche parte dentro di noi continuano a vivere e quando riemergono sanno far male.  
Amori rimasti incompiuti perché in amore si è comunque sempre in due, e a volte capita semplicemente di incontrarsi nel momento sbagliato.
E quando siamo noi ad essere finalmente pronti sono loro, i nostri amori giusti arrivati al momento sbagliato, che non ci sono più.

Perché in amore è anche questione di timing.

Mi piace pensare che l’amore di questo tipo a volte ritorni: in altre forme e modalità, ma torna, per darci un’altra possibilità.
Questione di tempo.

Il piccolo capolavoro di Murakami

Haruki Murakami in A sud del confine, a ovest del sole racconta questo. 
L’emozione per me è stata tanta, la prima volta che l’ho letto. Studiavo in Francia e c’era il pensiero di un amore rimasto a metà. 
Istintivamente ti ci rivedi, nei due protagonisti del libro: Hajime e Shimamoto sono amici d’infanzia, entrambi un po’ speciali, legati da complicità, empatia e attrazione. Ragazzini, sono scudo l’una per l’altro, si cercano si sostengono si attraggono. Un sentimento ancora difficile da chiamare amore, a quell’età. 

Poi si perdono, si ritrovano, si perdono ancora.
Il sentimento rimane. Nascosto e quasi dimenticato, ma rimane, e a distanza di tanti anni, in un bar qualsiasi di un giorno qualsiasi, si rivedono per caso – inevitabilmente cresciuti e cambiati, ognuno con il proprio bagaglio di vita, di persone e certezze.
E come ogni amore che ritorna – sognato, inaspettato e anche temuto – è un incontro che li costringe a mettere in discussione ogni cosa.

Quanta vita si respira in questo piccolo capolavoro di Murakami.
Quante emozioni e realtà in una storia che parla di me e del mio passato irrisolto, e parla anche di te e di quel tuo amore voluto ma non ancora vissuto. 

La domanda per tutti è la stessa: e se un giorno quell’amore tornasse, costringendoti a fare i conti con sentimenti profondi e quasi dimenticati? 
Sarà sempre questione di timing? 
Questa volta, forse, ci vorrà del coraggio. 

Il libro lo puoi trovare qui. Buona lettura!